La TCC: dalle origini ai suoi recenti sviluppi

I pilastri della terapia cognitivo-comportamentale, sorretti da un rigoroso approccio evidence-based per i principali disturbi, quali la depressione, l’ansia, il disturbo ossessivo-compulsivo, i disturbi alimentari, ecc, si fondano sull’idea che, sebbene la mente umana riceva influenze biologiche e condizionamenti ambientali, gli individui sono comunque protagonisti attivi del loro benessere, attraverso il loro modo di pensare che determina, a sua volta, il loro modo di sentire e comportarsi.

 

  • Quali sono le caratteristiche della terapia cognitivo-comportamentale?
  • Com’è strutturata?
  • In cosa consiste l’assessment per arrivare alla formulazione di una diagnosi in termini cognitivi e secondo il DSM-5?
  • Come si giunge a una concettualizzazione cognitiva del caso?
  • Come si raggiungono gli obiettivi a breve, medio e lungo termine?
  • Quali sono le tecniche cognitive e comportamentali dei protocolli specifici per ogni disturbo?
  • Quanto dura?

Il seminario sarà tenuto dalla dott.ssa Antonella Montano, Psicoterapeuta, fondatrice e direttrice dell’Istituto A.T. Beck di Roma e Caserta. Docente e supervisore AIAMC (Associazione Italiana Analisi e Modificazione del Comportamento), Certified Trainer/Consultant/Speaker/Supervisor of ACT (Academy of Cognitive Therapy), Membro dell’ International Association for Cognitive Psychotherapy (IACP). 

 

Il seminario sarà tenuto   martedi 13 ottobre alle ore 17.00-20.00 presso la sede di Roma,  via Gioberti,54

 

Per informazioni e prenotazioni, contattare uno dei seguenti riferimenti:

Roma: Istituto A.T. Beck   06 44703820 – nicole.donato@istitutobeck.it

 

Scarica qui il modulo di iscrizione