Contatti Istituto A.T.Beck Roma

I Disturbi dell' Adattamento

I Disturbi dell’Adattamento (AD Adjustment Disorders) si presentano quando una persona è stata recentemente esposta a una o più fonti di stress come, per esempio, la fine di una relazione sentimentale, la perdita del proprio lavoro, una crisi economica, un disastro naturale, un lutto o un abuso.

Il quadro sintomatologico è caratterizzato da umore depresso, tristezza, preoccupazione, ansia, insonnia, bassi livelli di concentrazione e una marcata compromissione del funzionamento in ambito sociale, lavorativo, scolastico o in altre aree importanti della vita (Casey & Bailey, 2011).

Nei Disturbi dell’Adattamento:

  • i sintomi emotivi (la marcata sofferenza sperimentata, l’umore depresso, l’ansia, ecc.) e comportamentali (problemi in ambito sociale e occupazionale) si sviluppano a seguito di un recente evento stressante;
  • si riscontrano alti livelli di sofferenza, che sono sproporzionati rispetto alla gravità/intensità dell’evento stressante;
  • i sintomi si manifestano entro i 3 mesi dall’esposizione all’evento stressante;
  • i sintomi non persistono per più di 6 mesi dall’evento stressante o dal superamento delle sue conseguenze (APA, 2013).

I Disturbi dell’Adattamento, a differenza del Disturbo da Stress Acuto e del PTSD, insorgono a seguito di eventi stressanti caratterizzati da qualsiasi livello di gravità.

I Disturbi dell’Adattamento risultano molto comuni nonostante vi sia un’alta variabilità dei tassi d’incidenza stimati, che sono compresi tra il 5% e il 20% su campioni di pazienti in trattamento ambulatoriale, mentre raggiungono il 50% su campioni di pazienti che si rivolgono a strutture ospedaliere di consultazione psichiatrica (APA, 2013).

Il disturbo rappresenta una risposta a breve termine maladattiva a uno o più eventi di vita stressanti, per cui la persona non riesce subito ad “adattarsi” all’esperienza traumatica, e questo fa emergere sintomi emotivi e comportamentali invalidanti e fonte di sofferenza.

Sebbene venga rivolta molta attenzione al fattore stressante precipitante, ovvero all’evento traumatico che precede lo sviluppo della sintomatologia, alcune ricerche hanno sottolineato il ruolo cruciale che rivestono le esperienze infantili della vittima rispetto alla comparsa dei Disturbi dell’Adattamento in fasi più avanzate della vita. Quindi, uno stress in età precoce (tra cui l’abuso) rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di questo quadro sintomatologico (Hales et al., 2008).

Interventi consigliati sono la Terapia Cognitivo Comportamentale centrata sul trauma e l’EMDR.


Riferimenti

American Psychiatric Association. (2013). Diagnostic and statistical manual of mental disorders: DSM-5. Washington, D.C.: American Psychiatric Association.

Casey, P. & Bailey, S. (2011). Adjustment disorders: the state of the art. World Psychiatry, 10(1): 11-18.

Hales, R.E., Yudofsky, S.C. & Gabbard, G.O. (2008). The American Psychiatric Publishing Textbook of Psychiatry. Fifth Edition. American Psychiatric Association Publishing.