Tratti di Personalità e Dipendenza da Internet negli Adolescenti

Tratti di Personalità e Dipendenza da Internet negli Adolescenti
Tratti di Personalità e Dipendenza da Internet negli Adolescenti

Tratti di Personalità e Dipendenza da Internet negli Adolescenti

L’utilizzo di internet cresce rapidamente ogni anno e la dipendenza da internet, soprattutto negli adolescenti, è diventata un problema che riguarda seriamente diversi Paesi in tutto il mondo (Tsitsika et al., 2013). La dipendenza da internet può essere definita come un’incapacità a controllare e regolare l’utilizzo di internet che porta a difficoltà psicologiche, sociali, scolastiche e/o lavorative nelle vite delle persone (Spada, 2014). La ricerca ha evidenziato che la dipendenza da internet negli adolescenti è correlata negativamente alla salute fisica, e positivamente a fallimenti accademici e a problemi emotivi e comportamentali (Ko et al., 2012).

Diversi studi si sono focalizzati sulla ricerca di possibili fattori di rischio che possono aumentare le probabilità che una persona possa andare incontro a una dipendenza da internet. Alcuni di questi, nello specifico, si sono focalizzati sui tratti di personalità (Floros & Siomos, 2014). La personalità è un sistema complesso di strutture e di processi psicologici, la cui organizzazione dipende dalle interazioni sinergiche che hanno luogo tra molteplici sottosistemi. Essa si sviluppa e funziona tramite interazioni continue con l’ambiente, secondo rapporti di reciproca influenza. I tratti di personalità, invece, sono disposizioni, inclinazioni o propensioni, che indicano un insieme di tendenze a pensare, sentire e agire in modi relativamente stabili nel corso del tempo e nelle diverse circostanze.

La teoria dei Big Five (Caprara et al., 1999) asserisce che tutti gli aspetti e le sfaccettature che caratterizzano la personalità umana possono essere riassunti in 5 grandi tratti di personalità, ciascuno dei quali si declina poi in numerose sottodimensioni.  Questi 5 tratti sono: l’energia, l’amicalità, la coscienziosità, la stabilità emotiva e l’apertura mentale. L’energia fa riferimento a un orientamento fiducioso ed entusiasta nei confronti delle varie circostanze della vita e il polo opposto è rappresentato dall’introversione. Le caratteristiche che afferiscono a questo tratto sono la socievolezza, la loquacità, la dominanza, il dinamismo, l’assertività, ecc. Per amicalità, invece, si intende un continuum in cui a un polo si trovano caratteristiche come l’altruismo, il prendersi cura, il dare supporto emotivo e, al polo opposto, caratteristiche come l’ostilità, l’indifferenza verso gli altri, l’egoismo.

Alla coscienziosità afferiscono tutte le caratteristiche di precisione, accuratezza, affidabilità, responsabilità, volontà di avere successo, perseveranza, tenacia, capacità di autoregolazione, scrupolosità, ecc. Per stabilità emotiva, invece, si intendono una varietà di caratteristiche collegate all’ansietà e alla presenza di problemi di tipo emotivo, come l’instabilità di umore e l’irritabilità, con conseguenti comportamenti associati.  Infine, per apertura mentale si fa riferimento all’apertura verso nuove idee, verso i valori degli altri e verso i propri sentimenti. Aspetti centrali sono da una parte l’originalità, la creatività, l’anticonformismo, l’apertura alle novità, dall’altra l’intelligenza, la cultura, l’analiticità e la riflessione.

Studi precedenti condotti su partecipanti adulti hanno evidenziato che tutti e 5 i tratti di personalità sono positivamente o negativamente correlati allo sviluppo di una dipendenza da internet (Kayis et al., 2016). Un recente studio di Zhou et al. (2017) ha voluto estendere e approfondire questi risultati su un campione di adolescenti, esplorando anche il ruolo dello stile di coping, ovvero la modalità utilizzata dalle persone per fronteggiare un problema. Un coping centrato sul problema si riferisce a strategie che risolvono attivamente la situazione, mentre un coping centrato sull’emozione si riferisce a strategie che alleviano lo stress dovuto al problema.

Gli autori dello studio hanno coinvolto 998 adolescenti, i quali hanno compilato un questionario in cui erano presenti la scala per la misura dei 5 fattori di personalità (Zhou et al., 2000), una scala per rilevare la tipologia di coping prevalente (Xie, 1999), e una scala utilizzata per misurare la dipendenza da internet (Chen et al., 2015). I risultati dello studio hanno, in primo luogo, evidenziato le associazioni dirette tra i tratti di personalità e la dipendenza da internet, mostrando che l’energia, l’apertura all’esperienza e la stabilità emotiva sono positivamente associate alla dipendenza da internet, mentre l’amicalità e la coscienziosità sono correlate negativamente. Per quanto riguarda le strategie di coping, soltanto un coping centrato sull’emozione è risultato associato positivamente alla dipendenza da internet ed è stato anche osservato che questa strategia era particolarmente utilizzata da persone con alte energia e apertura mentale e basse stabilità emotiva e coscienziosità.

Tali risultati vengono spiegati dagli autori dello studio dalle seguenti considerazioni: una bassa stabilità emotiva porta una maggiore tendenza a provare paura, ansia, tristezza che induce le persone a utilizzare maggiormente un focus centrato sull’emozione, mentre i soggetti con alta coscienziosità sono tenaci, in grado di autoregolarsi, il che riduce l’utilizzo di tale strategia; gli individui con alta energia sono anche caratterizzati da tendenze all’impulsività e alla sensibilità alla ricompensa, che sono fattori di rischio per il coping basato sull’emozione. Questa strategia di coping, a sua volta,  può portare a situazioni non desiderate che potrebbero innescare emozioni negative (Tang et al., 2014). In tal caso, le persone hanno maggiori probabilità di utilizzare internet per alleviare tali emozioni negative (Lightsey & Hulsey, 2002).

I risultati di questo studio potrebbero essere utili sia ai genitori che agli insegnanti, i quali potrebbero prestare attenzione ai fattori di personalità degli adolescenti considerandoli come dei fattori di rischio o di protezione allo sviluppo di una dipendenza da internet, ma potrebbero indirizzare anche tutti gli operatori nel campo della salute mentale a intervenire sulle strategie di coping degli adolescenti, promuovendo maggiormente uno stile orientato al problema e riducendo quello orientato sull’emozione al fine di prevenire lo sviluppo di una dipendenza da internet.

Dipendenza da Internet – Riferimenti

  • Caprara, G. V., Barbaranelli, C., Borgogni, L., & Perugini, M. (1993). The “Big Five Questionnaire”: A new questionnaire to assess the five factor model. Personality and individual Differences15(3), 281-288.
  • Chen, C. (2009). A study on the relationship between Internet addiction and personality traits of adolescents. Journal of Shanxi Agricultural University (Social Science Edition), 8, 669–672.
  • Floros, G., & Siomos, K. (2014). Excessive Internet use and personality traits. Current Behavioral Neuroscience Reports, 1, 19–26.
  • Kayiş, A. R., Satici, S. A., Yilmaz, M. F., Şimşek, D., Ceyhan, E., & Bakioğlu, F. (2016). Big five- personality trait and Internet addiction: A meta-analytic review. Computers in Human Behavior, 63, 35–40.
  • Ko, C. H., Yen, J. Y., Yen, C. F., Chen, C. S., & Chen, C. C. (2012). The association between In- ternet addiction and psychiatric disorder: A review of the literature. European Psychiatry, 27, 1–8.
  • Lightsey, O. R., Jr., & Hulsey, C. D. (2002). Impulsivity, coping, stress, and problem gambling among university students. Journal of Counseling Psychology, 49, 202–211.
  • Spada, M. M. (2014). An overview of problematic Internet use. Addictive Behaviors, 39, 3–6.
  • Tang, J., Yu, Y., Du, Y., Ma, Y., Zhang, D., & Wang, J. (2014). Prevalence of Internet addiction and its association with stressful life events and psychological symptoms among adolescent Internet users. Addictive Behaviors, 39, 744–747.
  • Tsitsika, A., Janikian, M., Greydanus, D. E., Omar, H. A., & Merrick, J. (2013). Internet addiction: A public health concern in adolescence. Hauppauge, NY: Nova Science Publishers.
  • Xie, Y. (1999). Simplified coping style questionnaire. In X. D. Wang, X. L. Wang, & H. Ma (Eds.), Rating scales for mental health (pp. 122–124) (2nd ed.). Beijing: Chinese Mental Health Journal Press.
  • Zhou, Y., Li, D., Li, X., Wang, Y., & Zhao, L. (2017). Big five personality and adolescent Internet addiction: The mediating role of coping style. Addictive behaviors64, 42-48.