skip to Main Content

Istituto A.T. Beck - Centro Psicoterapia Roma

Piazza San Bernardo, 109
Roma 00187
+39 06 4819817
info@istitutobeck.it

Istituto A.T. Beck - Centro di Formazione e Psicoterapia Roma

Via Gioberti, 54
00185 Roma
+39 06 44703820
info@istitutobeck.it

Istituto A.T. Beck - Centro di Formazione e Psicoterapia Caserta

Corso Trieste, 33
8100 Caserta
+39 06 44703820
info@istitutobeck.it

Se hai bisogno di aiuto o semplicemente vuoi contattare l'Istituto A.T. Beck per qualsiasi informazione,
puoi compilare il modulo sottostante.

Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta

Depressione nelle donne

La depressione nelle donne

Sia in medicina che in psicologia, uomini e donne si differenziano nella predisposizione a certe malattie.

Nell’ambito medico, le donne, ad esempio, sono particolarmente vulnerabili ad alcune patologie somatiche quali le disfunzioni della tiroide, disturbi dello spetto reumatoide, il lupus eritematoso sistemico, la polimialgia reumatica e i disturbi legati alle emicranie. Gli uomini, dall’altra parte, hanno un rischio più alto di sviluppare disturbi del sistema cardiovascolare e alcolismo.

Da un punto di vista psicologico, le donne hanno un maggiore rischio nell’arco di vita per i disturbi alimentari e la depressione.

Le differenze di genere nell’esordio e nella prevalenza dei disturbi depressivi cominciano ad apparire dopo la pubertà e si mantengono negli anni fertili. Rispetto agli uomini, le donne vengono più spesso diagnosticate con depressione unipolare, il sottotipo depressivo della depressione bipolare, e le forme cicliche di disturbi dell’umore, quali la sindrome maniaco-depressiva a cicli rapidi, la distimia e la depressione stagionale.

Vi sono pochi dubbi che la depressione sia un disagio per tutti. Vi è anche poco dubbio, però, sulla pervasività delle differenze di genere nell’andamento, nelle manifestazioni e nelle basi biologiche sottostanti della depressione.

Perché esistono queste differenze?

Teorie psicosociali

Secondo le teorie psicosociali, nuove aspettative di ruolo possono aver contribuito ad aumentare il carico oggettivo e soggettivo a cui le donne sono sottoposte. Questo crea dei conflitti, soprattutto per quelle donne coinvolte in compiti della famiglia tradizionale (gestione della casa, cura della prole, ecc.) e che hanno bisogno o desiderano un’occupazione o un riconoscimento anche al di fuori della famiglia. Questo rende le donne più vulnerabili alla depressione o con maggiore difficoltà a recuperare dai sintomi depressivi.

Pertanto, le aspettative crescenti, l’accesso a nuove opportunità e gli sforzi per reindirizzare le tradizionali diseguaglianze sociali delle donne sono state considerate tutte possibili ragioni per l’aumento della depressione nel sesso femminile.

Inoltre, i ruoli delle donne in molte società sono definiti in termini di cura degli altri o di compiti specifici con poca influenza sociale, a cui non è associato un alto status.

In media, le donne hanno un minor poter economico rispetto agli uomini. La relazione tra la povertà e la depressione è stata ben descritta per entrambi i sessi; tuttavia, appare un fattore critico per le donne che sono depresse.

Una serie di studi ha anche riportato alti tassi di vittimizzazione nelle donne depresse e alti tassi di depressione nelle donne che sono state vittimizzate. Dunque, una maggiore vittimizzazione tra le donne, rispetto agli uomini, può essere un fattore che contribuisce alle differenze nella prevalenza del disturbo depressivo.

È certamente difficile isolare un fattore rispetto agli altri per spiegare l’esordio della depressione. Quello che emerge da questi studi è che le spiegazioni psicosociali sono in accordo con l’idea che le donne sono più vulnerabili agli effetti negativi degli eventi sociali rispetto agli uomini e queste differenze sembrano influenzare i tassi di prevalenza della depressione.

Teorie biomediche

Secondo alcune teorie biomediche, gli ormoni sono dei determinanti parziali di comportamenti e interagiscono con fattori psicologici, sociali e fisiologici.

Nello specifico, attraverso il ciclo mestruale e il ciclo riproduttivo, le donne sono soggette a fluttuazioni ormonali. Queste sono spesso correlate con alti tassi di depressione. Alcuni esempi includono la depressione associata al disturbo disforico premestruale, la depressione post-partum, la menopausa e i contraccettivi orali.

Riferimenti bibliografici

  • Beck, A.T. (1978). La depressione. Torino: Bollati Boringhieri.
  • Beck, A.T., Alford, B.A., (2009). Depression: causes and treatment. Second edition. Philadelphia: University of Pennsylvania Press.
  • Beck, A.T., Rush, A. J., Shaw, B. F., Emery, G. (1987). Cognitive Therapy of Depression. New York: The Guilford Press. Trad.it. Terapia cognitiva della depressione. Torino: Bollati Boringhieri, 1993.
  • Steiner, M., Yonkers, K.A, Eriksson, E. (2000). Mood disorders in women. Martin Dunitz edition
Vuoi fissare un appuntamento? Non avere paura, decidere di affrontare la depressione è il primo passo verso la guarigione.
Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta

Depressione: Approfondimenti sul tema depressione

Rischio suicidio nella depressione

Rischio suicidio nella depressione, I pensieri ricorrenti di morte e di suicidio derivano dalla convinzione che, in ogni caso, non valga più la pena vivere.

Telomeri e depressione: cosa fare per attivare il rinnovamento cellulare

Nel corso degli ultimi decenni, le studiose americane Elizabeth Blackburn (PhD, premio Nobel per la Medicina nel 2009) ed Elissa…

Telomeri: cosa sono e che relazione c’è con la depressione

Perché le persone sembrano mostrare età differenti seppur coetanee? Come fanno alcune a mostrarsi dinamiche ed energiche a un’età avanzata,…

Cervello e depressione: come invertire la spirale

La depressione: una spirale che ci spinge verso il basso Lo psichiatra americano Alex Korb nel suo “The upward spiral”…

Depressione nelle donne

La depressione nelle donne Sia in medicina che in psicologia, uomini e donne si differenziano nella predisposizione a certe malattie.…

Lutto in gravidanza

Lutto in gravidanza “Il lavoro psicologico del lutto è ricordare più di quanto non serva per dire addio… Il lavoro…

Depressione post partum

Depressione post partum Si crede erroneamente che la maternità debba essere sempre un momento facile e naturale per la donna…

Disforia premestruale: caratteristiche, sintomi e trattamento

Disforia premestruale: caratteristiche, sintomi e trattamento La maggior parte delle donne in età fertile sperimenta sintomi come irritabilità e umore…

Distimia, cos’è la distimia, sintomi, cause e trattamento

Distimia, cos’è la distimia, cause e trattamento Che cos’è la distimia? La distimia è una forma lieve, ma cronica di depressione. I sintomi…

Asse Intestino-Cervello e Depressione

Nonostante la depressione sia un disturbo associato a processi di tipo prevalentemente neurologico, il cervello non lavora da solo, ma…

Depressione - News dell'Istituto A.T. Beck sulla depressione

Scarica i nostri opuscoli gratuiti
Opuscolo La depressione
Opuscolo La depressione
Opuscolo L’ansia e il disturbo da attacchi di panico
Opuscolo L’ansia e il disturbo da attacchi di panico

È online il primo video corso dell'Istituto A.T. Beck

Cacca addosso (encopresi)
Scopri di più sul video corso
Back To Top