skip to Main Content

XII Edizione del Master annuale in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

master annuale in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Liu Bolin, Piazza di SpagnaRoma, 2018 – Courtesy Boxart, Verona

La salute mentale è lo stato di benessere nel quale il singolo è consapevole delle proprie capacità, sa affrontare le normali difficoltà della vita, lavorare in modo utile e produttivo ed è in grado di apportare un contributo alla comunità. Non c’è salute senza salute mentale” (Organizzazione Mondiale della Sanità)

XII EDIZIONE DEL MASTER ANNUALE

ETNOPSICHIATRIA E PSICOLOGIA DELLA MIGRAZIONE

L’inizio del Master è previsto a Febbraio 2020

Sono previsti 50 crediti ECM

Per informazioni e iscrizioni compila il modulo sottostante

Il Master permette di acquisire conoscenze teoriche e strumenti terapeutici efficaci per imparare a interagire costruttivamente con sistemi culturali “altri” favorendo così la formazione di una mentalità etnopsichiatrica.

Perché fare un Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

All’interno di uno sfondo geopolitico e sociale, caratterizzato da situazioni economiche instabili, le migrazioni sono da intendersi come parte della complessa struttura della postmodernità. Gli spostamenti che rifugiati, richiedenti asilo, richiedenti protezione umanitaria fanno, rappresentano un’emergenza non solo in termini di gestione ma anche di identità e stabilità geopolitica degli Stati Nazione. Il cambiamento demografico del nostro Paese ci impone, quindi, un nuovo tipo di sapere multidisciplinare.

Il Master nasce da una precisa esigenza del territorio: il fenomeno della migrazione, così attuale nel nostro Paese, presenta continui risvolti non solo su un piano interculturale, ma anche sociale e psicologico, che richiedono un aggiornamento continuo.

Il Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione offre per i vari profili professionali competenze nuove, aggiornate e spendibili in vari contesti lavorativi interculturali. Comprendere i flussi migratori, studiarne le varie vie, coglierne le differenze, analizzarne le problematiche, parallelamente alla gestione dei traumi e alla creazione di nuove forme di accoglienza: sono queste le sfide per medici, psicologi, psicoterapeuti e per tutte le figure professionali che lavorano nel mondo della migrazione.

Il nostro obiettivo è quello di sottrarre al caso e all’emergenzialità le scelte fatte sul campo e di approfondire per tutti i professionisti il tema dell’etnopsichiatria e della psicologia della migrazione. Ampliare le proprie conoscenze rispetto al tema è un dovere che ogni professionista che si occupa della salute e del benessere della persona dovrebbe compiere. La nostra realtà è e continuerà a essere sempre il frutto di ciò che creiamo e portiamo avanti.

Perché scegliere questo Master

L’Istituto A.T. Beck è riconosciuto come una eccellenza nella formazione. Da oltre dieci anni si occupa del tema delle migrazioni. Corsi, seminari, workshop e l’undicesima edizione del Master lo testimoniano. Le istituzioni che controllano i flussi migratori hanno rilevato una certa carenza di formazione specifica degli operatori e, a causa dell’ampiezza del fenomeno che l’Italia è chiamata a gestire, ci proponiamo di colmare tale lacuna nel modo più efficace e completo possibile.

Nel corso delle 200 ore di lezione, l’enfasi verrà posta soprattutto sugli aspetti pratici della clinica e sull’apprendimento esperienziale tramite la partecipazione attiva tipica delle metodiche d’insegnamento cognitivo-comportamentali associate alla pratica etno-clinica. Nello specifico, i partecipanti usufruiranno di:

  • Lezioni frontali teoriche sempre con l’ausilio di power point
  • Videoproiezioni di film sugli argomenti e successivo dibattito
  • Apprendimento mediante la visione di documentari di pratiche di cura tradizionali realizzati da alcuni docenti sul campo
  • Role-playing e simulate di consultazioni etnopsichiatriche
  • Incontro e confronto con terapeuti e figure di curatori tradizionali
  • Visite guidate ai luoghi della migrazione a Roma
  • Creazione di una mailing list e di un forum online per i partecipanti per creare una nuova comunità di pratica

Dove lavorare dopo questo Master

Diventa un professionista dell’integrazione 

  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NEGLI ENTI PUBBLICI facenti parte del sistema di accoglienza sul territorio (sprar, cara, ecc), ospedali, csm, scuole, tribunali, istituzioni regionali, provinciali e nazionali, Ministero del lavoro, dell’integrazione e delle pari opportunità, istituti penitenziari che perseguono politiche di prevenzione e di recupero
  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NELLE ONLUS E NEL PRIVATO SOCIALE: associazioni a carattere umanitario, associazioni non governative, enti e associazioni che offrono servizi online come il Portale Integrazione Migranti, enti di ricerca sulle migrazioni e sull’integrazione, servizi per le integrazioni, servizi di mediazione interculturale, servizi di mediazione per minori stranieri, comunità terapeutiche, case alloggio. É un lavoro crescente come è crescente il bisogno di integrazione sul nostro territorio
  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NEL PRIVATO: medici, psichiatri, psicologi, educatori, infermieri, assistenti sociali, avvocati, diversity manager, consulenti del lavoro sono chiamati a saper valutare situazioni complesse e a intervenire in modo repentino ed efficace

Chi può frequentare il corso

Il Master è rivolto a chiunque lavori in ambito interculturale o intenda impegnarsi in contesti transculturali.

Nello specifico il Master è aperto alle seguenti figure professionali:

  • laureati in Medicina, Psicologia, Giurisprudenza, Antropologia, Sociologia, Filosofia, Scienze infermieristiche, Scienze della formazione, Scienze dell’educazione
  • personale medico e sanitario
  • psicologi e psicoterapeuti
  • educatori professionali
  • operatori scolastici
  • mediatori culturali
  • tecnici della riabilitazione psichiatrica
  • operatori di strada
  • operatori della giustizia e delle forze dell’ordine
  • dirigenti di istituzioni
  • programmatori e pianificatori dei servizi sanitari e scolastici in situazioni multiculturali

Dicono di noi

Ecco quello che dicono di noi alcuni partecipanti delle scorse edizioni del Master:

Indubbiamente lo consiglierei. Non c’è percorso migliore che si possa fare per cominciare a riflettere sul mondo che ci circonda e che è cambiato al punto che gli strumenti che abbiamo non sono più sufficienti per comprenderlo e quindi per intervenire su di esso. Lo consiglierei soprattutto ai miei colleghi psicologi psicoterapeuti e psichiatri, ma non farebbe male neanche ai nostri politici.

Duna F. (Psicologa Coordinatrice progetto SPRAR)

Sicuramente lo consiglierei: ho apprezzato nella maggior parte dei casi come venivano condotte le lezioni e la scelta dei docenti che spesso riportavano la parte più pratica e concreta del lavoro o progetti che conducevano. Trovo dia degli strumenti utili per decifrare ciò che spesso non viene decifrato all’interno dei servizi o che viene fatto in modo confusivo / poco chiaro e con poche conoscenze.

Chiara B. (Educatrice)

Sì lo consiglierei per diversi motivi: dal cambiamento dei paradigmi utilizzati nello svolgere l’attività clinica quotidiana alla capacità o almeno la sollecitazione o una messa in discussione del nostro modo di operare. Lo consiglierei per la ricchezza di contenuti, di nozioni, di varietà, di punti di vista di una stessa tematica. Lo consiglierei per la referenzialità dei docenti.

Luana O. (Medico SERT)

Questi sono solo alcuni dei commenti, Per visualizzarli tutti consulta la pagina: https://www.istitutobeck.com/opinioni-master-etnopsichiatria

Direzione scientifica e docenti del Master

Dott. Paolo Cianconi

Paolo Cianconi

Dott. Paolo Cianconi, direttore scientifico del Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Medico specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta, Antropologo, Phd in neuroscienze.

Lavora presso la Casa Circondariale di Regina Coeli, ASL Roma1. Svolge attività di docenza nei seguenti ambiti: Psichiatria sociale, Etnopsichiatria, Psicologia della postmodernità, Psicologia della devianza, della marginalità e dell’esclusione sociale. In collaborazione con il gruppo di Etnopsichiatria, si dedica allo studio dei setting e dei dispositivi terapeutici tradizionali che incontrano la globalizzazione. Conduce, in Italia e all’estero, numerose ricerche in ampi contesti caratterizzati da pericolo e mutazioni quali riserve indio, favelas, barrios e ghetti, all’interno dei quali le collettività sono a rischio di collasso o minacciate da fenomeni di disgregazione. La sua ultima pubblicazione, “Le chiavi dell’orizzonte circolare, territori mutazione psicopatologia” (2015), è il testo di riferimento del Master. L’opera rappresenta il frutto di sei anni di riflessioni in merito ai territori, alle società postmoderne, alle crisi e alla psicopatologia.

Il Master annovera, come docenti, professionisti che operano in tutto il territorio nazionale e internazionale: medici, psichiatri, antropologi, docenti universitari, dottori di ricerca, mediatori culturali, giornalisti, operatori di organizzazioni internazionali come Medici senza frontiere. Per avere maggiori dettagli sul curriculum di ogni singolo docente del Master consulta la pagina: https://www.istitutobeck.com/docenti

Programma e calendario del master

1° Weekend

Sabato 22 febbraio 2020

9:00 – 18:00

Inquadramento storico contemporaneo: la postmodernità

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Introduzione al master e mappa del percorso formativo
  • Etnopsichiatria, postmodernità e complessità sociale

Domenica 23 febbraio 2020

9:00 – 18:00

Inquadramento storico moderno: la decolonizzazione e post-colonialismo

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Storia del colonialismo: effetti del colonialismo sui processi trasformativi del territorio occidentale
  • Il post-colonialismo: definizione e influenze sul territorio italiano
  • L’eredità del post-colonialismo nella realtà psicosociale italiana

2° Weekend

Sabato 21 marzo 2020

9:00 – 13:00

Le modifiche del corpo e le mutilazioni genitali femminili

Docente: Dott.ssa Clara Caldera

  • Fenomeno
  • Modelli di intervento

14:00 – 18:00

Antropologia dei processi migratori. Problemi di ricerca e problemi etici per l’antropologia applicativa

Docente: Dott. Antonino Colajanni

  • Ondate migratorie
  • Ciclo migratorio e le sue fasi
  • La globalizzazione e le migrazioni
  • Istituzioni delle migrazioni, strategia antropologica per la formazione
  • Antropologia e migrazioni
  • L’integrazione: il caso particolare del Canada e dell’Australia
  • L’immigrazione clandestina, il fronte migratorio ed il meccanismo di accoglienza
  • Migrazione ed etica

Domenica 22 marzo 2020

09:00 – 13:00

Migrazioni come fenomeno multidisciplinare

Docente: Dott. Paolo Cianconi

14:00 – 18:00

Il fenomeno della tratta

Docente: Dott.ssa Federica Gaspari

  • La tratta come fenomeno sociale: i cambiamenti nel mercato del sesso e del lavoro coatto
  • Cenni sugli aspetti normativi connessi
  • Gli attori coinvolti e le vittime: gruppi target e profili
  • Strategie ed Interventi a sostegno delle vittime: prevenzione, emersione, identificazione, protezione ed assistenza.
  • La presa in carico psicosociale: contatto, fuoriuscita, reinserimento sociale
  • Limiti, Valutazione, efficacia

3° Weekend

Sabato 25 aprile 2020       

09:00 – 13:00

La Mindfulness per i rifugiati

Docente: Dott.ssa Roberta Rubbino

14:00 – 18:00

La Narrative Exposure Therapy (NET) per i rifugiati

Docente: Dott.ssa Alessia Zangrilli

  • Trauma e NET: il meccanismo di difesa a cascata e la rappresentazione sensopercettiva
  • DSPT e memoria
  • Organizzazione delle sedute

Domenica 26 aprile 2020

9:00 – 11:00

Introduzione alla psicopedagogia interculturale

Docente: Dott.ssa Daniela Azzarelli

  • Le radici, gli aspetti epistemologici e l’evoluzione della pedagogia
    interculturale nel contesto educativo scolastico italiano
  • I giovani discendenti di migranti e il grande tema dell’identità e
    dell’appartenenza
  • Le classi multiculturali tra sfide e opportunità: quale ruolo per la
    scuola. Buone prassi e pratiche per l’integrazione e l’educazione
    interculturale

14:00 – 18:00

Etnopsichiatria/psichiatria transculturale e “mondo islamico”

Docenti: Dott.ssa Batul Hanife

  • Inquadramento complessivo con elementi di religione, storia, geopolitica
  • Concetto di “follia” nel mondo islamico, malattia e cura tradizionale

4° Weekend

Sabato 23 maggio 2020

9:00 – 11:00

Come si costruisce un nemico pubblico? Le bande latine.

Docente: Prof. Luca Giuseppe Queirolo Palmas

  • La produzione dello stigma
  • Immaginazioni transnazionali
  • Famiglie di strada

11:00 – 13:00

La ferrovia sotterranea: campi informali e rotte nomadi nell’autonomia delle migrazioni.

Docente: Prof. Luca Giuseppe Queirolo Palmas

  • La rotta come metodo
  • Borderlands
  • Calais
  • Accampamenti a Parigi
  • Ventimiglia
  • Ceuta/Melilla
  • Lo spettacolo della frontiera e le città invisibili

14:00 – 18:00

La protezione internazionale

Docente: Dott.ssa Laura Barberio

  • Nozioni giuridiche fondamentali
  • Modalità e tempistiche con particolare riferimento alle vittime di tortura
  • Esamina del materiale (provvedimenti, ricorsi, sentenze)
  • Quadro normativo specificatamente penalistico riguardante i reati legati alla clandestinità

Domenica 24 maggio 2020

9:00 – 13:00

Sistemi di mobilità umana: le migrazioni

Docente: Dott. Pietro Cingolani

  • I fenomeni di mobilità umana (FMU): la cassetta degli attrezzi (concetti e teorie sociologiche per comprendere le migrazioni umane)
  • Le fasi storiche delle migrazioni moderne e contemporanee (dinamiche dei flussi e contesto internazionale)
  • L’aspetto regolativo: cenni alle politiche migratorie italiane ed europee.

14:00 – 18:00

Geografia e comunicazione della popolazione Rom

Docente: Dott. Pietro Vulpiani

  • I Rom: geografia di un popolo
  • L’ identità rom. La penetrazione dei rom in Italia
  • Le persecuzioni antizingare
  • I concetti della comunicazione interculturale
  • Condizioni, modelli e prospettive
  • Due rappresentanti della comunità Rom di Roma

5° Weekend

Sabato 6 giugno 2020

09:00 – 11:00

Disagio sociale, devianza, criminalità o marginalità?

Docente: Dott.ssa Flaminia Bolzan

  • Dal disagio sociale alla microcriminalità
  • Nuove e vecchie criminalità legate ai flussi migratori
  • Adolescenze a confronto

11:00 – 13:00

Mediazione linguistico culturale: la famiglia in Latinoamerica e nelle migrazioni

Docente: Dott.ssa Adela Gutierrez

  • Una fotografia di ciò che si intende per popolazione latinoamericana e la complessità culturale che la compone
  • La colonizzazione e le trasformazioni nei modelli familiari
  • Un breve quadro dei principali flussi migratori nella attualità verso Europa e in particolare Italia
  • La famiglia transazionale nelle migrazioni latinoamericane: le persone non solo arrivano ma soprattutto partono. Le strategie e le difficoltà
  • Presentazione di un caso

14:00 – 18:00

Modelli e Metodi di ricerca in psichiatria transculturale

Docente: Dott.ssa Ilaria Tarricone

  • Fattori culturali, sociali e salute mentale
  • Formulare i quesiti di ricerca e selezionare il disegno della ricerca
  • Ricerca quantitativa e ricerca qualitativa
  • Strumenti di misura nella salute mentale internazionale

Domenica 7 giugno 2020

9:00 – 11:00

Sikh del Punjab e Sikh pakistani

Docente: Dott. Ahmad Ejaz

  • Presenza dei Sikh in Italia
  • Il rilancio dell’agricoltura
  • “Indiangiano”

11:00 – 18:00

L’accoglienza e la cura con i richiedenti asilo e gli sbarchi sulla costa palermitana

Docenti: Dott.ssa Ester Russo e Dott.ssa Abraha Yodit Abebe

  • La complessità dei bisogni dei richiedenti asilo e rifugiati
  • Il modello psicosociale nella diagnosi e nel trattamento
  • La relazione terapeutica e la presa in carico
  • Oltre il trauma, il disagio psichico da sistema
  • Emergenza
  • Accoglienza
  • Modelli di intervento

6° Weekend

Sabato 11 luglio 2020

9:00 – 13:00

La presa in carico psicologica dei migranti forzati

Docente: Dott.ssa Chiara Ragni

  • Dalla vulnerabilità alla psicopatologia
  • Trauma e disturbo da stress post-traumatico
  • Esercitazione su materiale clinico

14:00 – 18:00

Terrorismo Jihadista

Docente: Dott. Arije Antinori

  • Radici ideologiche
  • Principali attori
  • Prospettiva generazionale
  • Questione migratoria

Domenica 12 luglio 2020

9:00 – 11:00

Riflessioni psicopatologiche su alcune popolazioni di migranti provenienti dall’Asia dell’Est

Docente: Dott. Massimiliano Aragona

11:00 – 13:00

Popoli indigeni: tra diritti e violazioni

Docente: Dott.ssa Francesca Casella

  • Chi sono
  • Dove sono
  • Il diritto alla terra e il caso dei Guarani Kaiowá del Brasile
  • Ambiente, cambiamenti climatici e rifugiati della conservazione
  • Il Consenso Libero Previo e Informato (CLPI)
  • Il lavoro di Survival International

14:00 – 16:00

La mediazione culturale con il paziente cinese

Docente: Dott.ssa Fiorinda Di Fabio

  • I cinesi in Italia: cinesi o Wenzhounesi?
  • Cinesi in ospedale: tra burocrazia, diagnosi creative e laoban
  • Psichiatria e psicoterapia: le difficoltà con il paziente cinese
  • la solitudine degli adolescenti biculturali

7° Weekend

Sabato 12 settembre 2020

9:00 – 18:00

Antropologia del sacro – livello base

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Nozioni fondamentali di antropologia del sacro: animismo, politeismo, esseri soprannaturali, mondo magico, mondo mitico e psichismi correlati
  • Magia, stregoneria, manipolazione e cura nell’ambito sacro
  • Domande e parte interattiva con gli allievi

Domenica 13 settembre 2020

9:00 – 18:00

Antropologia del sacro – livello avanzato

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Sacro in modernità: sette e movimenti del potenziale umano, profetismi, millenarismi e sincretismi, fenomeni correlati. Collasso sociale e sacro. Psichedelia. Neosciamanesimo. Complottismo. Neopaganesimo.
  • Sacro in postmodernità: post-religions. Transhuman. Eco-cult.
  • Fenomenologia e struttura degli stati di trance ipnotica, estatica e di possessione.
  • Domande e parte interattiva con gli allievi 

8° Weekend

Sabato 10 ottobre 2020

9:00 – 13:00

Richiedenti asilo nel sistema di accoglienza SPRAR: il ruolo dell’operatore legale nella preparazione all’audizione in Commissione

Docente: Dott.ssa Sarah Baldassarre

  • Ruolo di orientamento e assistenza che svolge l’operatore legale in un centro per richiedenti asilo e rifugiati all’interno del sistema d’accoglienza SPRAR
  • Preparazione all’audizione personale presso la Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale che ogni richiedente asilo deve sostenere per ottenere un eventuale riconoscimento: presentazione di casi pratici e strategie messe in atto per affrontarli.
  • Metodologie e modalità di raccolta della storia del richiedente e le criticità che essa comporta
  • Focus: la preparazione delle donne potenziali vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale.

14:00 – 16:00

Possibili scenari dei futuri flussi migratori “climatici”

Docente: Dott. Francesco Grillo

  • Breve storia climatica della Terra
  • Cenni ai modelli climatici e alla teoria delle catastrofi

16:00 – 18:00

Social Justice, Human Rights and Mental Illness

Docente: Dott. Antonio Ventriglio

  • Giustizia Sociale
  • Discriminazione
  • Diritti Umani

Domenica 11 ottobre 2020

9:00 – 18:00

Disturbo post traumatico da stress: nuove evoluzioni nel mondo dei migranti forzati

Docente: Dott.ssa Cristina Marzano

  • Cos’è il trauma
  • Conseguenze fisiche e psicologiche nei sopravvissuti a esperienze traumatiche
  • I quadri sintomatologici associati al trauma
  • Il trauma nei rifugiati e nei richiedenti asilo (?)
  • Linee guida per il trattamento  

9° Weekend

Venerdì 20 novembre 2020

9:00 – 18:00

Medicina delle migrazioni

Docente: Dott. Dott. Salvatore Geraci

  • Profili di salute degli immigrati: tra realtà e pregiudizi
  • Percorsi di tutela favoriti dalla Caritas
  • Aspetti organizzativi in un’ottica transculturale
  • Relazione tra operatore sanitario e paziente: fattori comunicativi verbali e non verbali

Sabato 21 novembre 2020

9:00 – 13:00

Il paziente migrante

Docente: Dott.ssa Silvia Torresin

  • Riflessioni sulla cura del paziente migrante a partire dall’esperienza clinica in setting Etnopsichiatrico

14:00 – 18:00

Il fenomeno del “Barbonismo”

Docente: Dott.ssa Deborah Di Cave

  • Caratteristiche del barbonismo di strada e domestico
  • Dati, cause e modalità di lavoro con un fenomeno che coinvolge aspetti sia sociali che psicologici ed attraversa le città
  • Specificità del fenomeno nella popolazione di immigrati

Domenica 22 novembre 2020

09:00 – 13:00

Approccio Etnopsichiatrico alle emergenze e al trauma psicologico prodotto intenzionalmente

Docente: Dott. Giancarlo Santone

  • Sanità pubblica ed emergenza migratoria: la salute mentale dei migranti forzati
  • La relazione terapeutica con le vittime di violenza internazionale: accoglienza e sostegno psicologico
  • Disturbo Post Traumatico da Stress da tortura
  • SaMiFo: il modello sperimentale di assistenza sanitaria ai rifugiati politici e alle vittime di tortura

14:00 – 18:00

Discendenti di immigrati e legami di nuova generazione. Identificazioni e pratiche

Docente: Dott.ssa Alessandra Sannella

  • Il ruolo sociale della “seconda generazione”
  • Assimilazione, integrazione, etnicità
  • Le specificità del caso italiano
  • Legami famigliari e pratiche di consumo dei discendenti di immigrati

10° Weekend

Sabato 5 dicembre 2020

09:00 – 11:00

Il fenomeno migratorio e le trasformazioni del capitalismo

Docente: Prof. Maurizio Franzini

  • Migrazioni e capitalismo
  • Indicatori di diseguaglianze negli stati e globali
  • Indicatori di povertà assoluta e relativa
  • Working poor – working super rich
  • Capitale umano: l’istruzione e gli immigrati
  • Migrazioni e schiavitù da debito
  • Mobilità sociale

14:00 – 16:00

Processi urbanistici e patologie sociali

Docente: Dott. Carmelo Celona

  • I disagi emotivi nei nuovi spazi modellati dall’architettura: dal Genius loci ai non luoghi della postmodernità

16:00 – 18:00

Il ruolo delle psicopatologie del potere e del denaro all’origine della crisi economica

Docente: Dott. Roberto De Vogli

  • Psicopatologie del potere e del denaro
  • Crisi economica
  • Crimini dei colletti bianchi

Domenica 6 dicembre 2020

9:00 – 11:00

Droghe etniche: psicosoc. e turismo neosciamanesimo

Docente: Dott. Andrea Buzzi

  • Sostanze
  • Ayahuasca
  • Neosciamanesimo

11:00 – 13:00

Droghe etniche: aspetti medici e tossicologici

Docente: Dott.ssa Luana Oddi

  • Dalle sostanze sacre alle sostanze da sballo
  • L’alterazione dello stato di coscienza nella rotta dal sapere antico al nuovo

14:00 – 16:00

Le droghe sintetiche: il circuito customizzato prosumer

Docente: Dott. Duccio Papanti

  • Marijuana naturale, alterazioni genetiche e di laboratorio
  • Caratteristiche
  • Circuiti di consumo

16:00 – 18:00

Presentazione di video e reportage

Docente: Dott. Fabio Colazzo

  • Proiezione audiovisiva sul tema Crisi umanitarie
  • Proiezione audiovisiva sul tema Migrazioni

11° Weekend

Sabato 16 gennaio 2021

9:00 – 11:00

La psichiatria sociale: generalità, metodi e scopi

Docente: Dott. Antonello Bellomo

  • Le ultime frontiere della ricerca psichiatrica in ambito sociale
  • La follia, la schizofrenia e le società attuali

11:00 – 13:00

Psicopatologia negli istituti penitenziari e differenze culturali

Docente: Dott.ssa Angela Sabatino

  • La fine del sogno migratorio in carcere
  • I rifugiati politici in carcere
  • Problematiche principali riguardanti la pena culturale aggiuntiva
  • Popolazione migrante e Psicopatologia intra-muraria

14:00 – 18:00

L’identità normativa e culturale del migrante: aspetti legislativi

Docente: Dott. Salvatore Fachile & Dott.ssa Giulia Crescini

  • Lo status giuridico del migrante autorizzato e non autorizzato
  • Le politiche migratorie italiane nel contesto dell’UE
  • L’acquisto della cittadinanza italiana come emblema delle politiche di accogliente

Domenica 17 gennaio 2021

9:00 – 18:00

Cambiamenti culturali e strategie identitarie

Docente: Dott.ssa Osvalda Cuccarese

  • La contemporaneità come era dell’Identità: definizioni, controversie, epistemologia
  • La costruzione di un’identità positiva: la rivitalizzazione festiva delle tradizioni locali ed etniche, le nuove forme del legame comunitario
  • La costruzione dell’identità negativa nelle c.d. sindromi culturali: ideologie della nascita e della morte, del ben-essere e dal mal-essere

12° Weekend

Sabato 6 febbraio 2021

9:00 – 18:00

Etnopsichiatria: le sindromi connesse alla migrazione. Inquadramento e sindromi culturali

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Rapporto tra Cultura e Psicopatologia
  • Rapporto tra Psicopatologia e fenomeni di movimento umano (FMU)
  • Differenze tra Sindromi Culturalmente Caratterizzate (DSM IV-TR) E Sindromi Culturali (DSM-5)

Domenica 7 febbraio 2021

9:00 – 16:00

Etnopsichiatria: le sindromi connesse alla migrazione. Inquadramento e sindromi delle migrazioni economiche

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Sindromi della perdita
  • Sindromi da de-integrazione

16:00 – 18:00

Test Finale

Docente: Dott. Paolo Cianconi

  • Test finale su tutti gli argomenti trattati nel Master

Sede del Master

La sede del Master verrà valutata in base al numero degli iscritti.

Costi del Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Il costo del Master è di € 2.200 (IVA al 22% esclusa) e comprende anche
tutto il materiale didattico fornito per ogni singolo weekend di lezione.

Al termine del corso sarà conseguito l’attestato di partecipazione. 

Per le iscrizioni pervenute prima del 20 dicembre 2019 il costo del Master è scontato:
€ 2.000 IVA esclusa, anziché €2.200 IVA esclusa.

Possibilità di rateizzazione

Le iscrizioni saranno aperte fino a esaurimento posti disponibili

Sono interessato al Master annuale in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione
Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta
Back To Top