skip to Main Content

XI Edizione del Master annuale in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Master Etnopsichiatria

La salute mentale è lo stato di benessere nel quale il singolo è consapevole delle proprie capacità, sa affrontare le normali difficoltà della vita, lavorare in modo utile e produttivo ed è in grado di apportare un contributo alla comunità. Non c’è salute senza salute mentale” (Organizzazione Mondiale della Sanità)

XI EDIZIONE DEL MASTER ANNUALE

ETNOPSICHIATRIA E PSICOLOGIA DELLA MIGRAZIONE

L’inizio del Master è previsto in data 16 Febbraio 2019

Sono previsti 50 crediti ECM

Per informazioni e iscrizioni compila il modulo sottostante

Il Master permette di acquisire conoscenze teoriche e strumenti terapeutici efficaci per imparare a interagire costruttivamente con sistemi culturali “altri” favorendo così la formazione di una mentalità etnopsichiatrica.

Perché fare un Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

All’interno di uno sfondo geopolitico e sociale, caratterizzato da situazioni economiche instabili, le migrazioni sono da intendersi come parte della complessa struttura della postmodernità. Gli spostamenti che rifugiati, richiedenti asilo, richiedenti protezione umanitaria fanno, rappresentano un’emergenza non solo in termini di gestione ma anche di identità e stabilità geopolitica degli Stati Nazione. Il cambiamento demografico del nostro Paese ci impone, quindi, un nuovo tipo di sapere multidisciplinare.

Il Master nasce da una precisa esigenza del territorio: il fenomeno della migrazione, così attuale nel nostro Paese, presenta continui risvolti non solo su un piano interculturale, ma anche sociale e psicologico, che richiedono un aggiornamento continuo.

Il Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione offre per i vari profili professionali competenze nuove, aggiornate e spendibili in vari contesti lavorativi interculturali. Comprendere i flussi migratori, studiarne le varie vie, coglierne le differenze, analizzarne le problematiche, parallelamente alla gestione dei traumi e alla creazione di nuove forme di accoglienza: sono queste le sfide per medici, psicologi, psicoterapeuti e per tutte le figure professionali che lavorano nel mondo della migrazione.

Il nostro obiettivo è quello di sottrarre al caso e all’emergenzialità le scelte fatte sul campo e di approfondire per tutti i professionisti il tema dell’etnopsichiatria e della psicologia della migrazione. Ampliare le proprie conoscenze rispetto al tema è un dovere che ogni professionista che si occupa della salute e del benessere della persona dovrebbe compiere. La nostra realtà è e continuerà a essere sempre il frutto di ciò che creiamo e portiamo avanti.

Perché scegliere questo Master

L’Istituto A.T. Beck è riconosciuto come una eccellenza nella formazione. Da oltre dieci anni si occupa del tema delle migrazioni. Corsi, seminari, workshop e l’undicesima edizione del Master lo testimoniano. Le istituzioni che controllano i flussi migratori hanno rilevato una certa carenza di formazione specifica degli operatori e, a causa dell’ampiezza del fenomeno che l’Italia è chiamata a gestire, ci proponiamo di colmare tale lacuna nel modo più efficace e completo possibile.

Nel corso delle 200 ore di lezione, l’enfasi verrà posta soprattutto sugli aspetti pratici della clinica e sull’apprendimento esperienziale tramite la partecipazione attiva tipica delle metodiche d’insegnamento cognitivo-comportamentali associate alla pratica etno-clinica. Nello specifico, i partecipanti usufruiranno di:

  • Lezioni frontali teoriche sempre con l’ausilio di power point
  • Videoproiezioni di film sugli argomenti e successivo dibattito
  • Apprendimento mediante la visione di documentari di pratiche di cura tradizionali realizzati da alcuni docenti sul campo
  • Role-playing e simulate di consultazioni etnopsichiatriche
  • Incontro e confronto con terapeuti e figure di curatori tradizionali
  • Visite guidate ai luoghi della migrazione a Roma
  • Creazione di una mailing list e di un forum online per i partecipanti per creare una nuova comunità di pratica

Dove lavorare dopo questo Master

Diventa un professionista dell’integrazione 

  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NEGLI ENTI PUBBLICI facenti parte del sistema di accoglienza sul territorio (sprar, cara, ecc), ospedali, csm, scuole, tribunali, istituzioni regionali, provinciali e nazionali, Ministero del lavoro, dell’integrazione e delle pari opportunità, istituti penitenziari che perseguono politiche di prevenzione e di recupero
  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NELLE ONLUS E NEL PRIVATO SOCIALE: associazioni a carattere umanitario, associazioni non governative, enti e associazioni che offrono servizi online come il Portale Integrazione Migranti, enti di ricerca sulle migrazioni e sull’integrazione, servizi per le integrazioni, servizi di mediazione interculturale, servizi di mediazione per minori stranieri, comunità terapeutiche, case alloggio. É un lavoro crescente come è crescente il bisogno di integrazione sul nostro territorio
  • FIGURE PROFESSIONALI CHE OPERANO NEL PRIVATO: medici, psichiatri, psicologi, educatori, infermieri, assistenti sociali, avvocati, diversity manager, consulenti del lavoro sono chiamati a saper valutare situazioni complesse e a intervenire in modo repentino ed efficace

Chi può frequentare il corso

Il Master è rivolto a chiunque lavori in ambito interculturale o intenda impegnarsi in contesti transculturali.

Nello specifico il Master è aperto alle seguenti figure professionali:

  • laureati in Medicina, Psicologia, Giurisprudenza, Antropologia, Sociologia, Filosofia, Scienze infermieristiche, Scienze della formazione, Scienze dell’educazione
  • personale medico e sanitario
  • psicologi e psicoterapeuti
  • educatori professionali
  • operatori scolastici
  • mediatori culturali
  • tecnici della riabilitazione psichiatrica
  • operatori di strada
  • operatori della giustizia e delle forze dell’ordine
  • dirigenti di istituzioni
  • programmatori e pianificatori dei servizi sanitari e scolastici in situazioni multiculturali

Dicono di noi

Ecco quello che dicono di noi alcuni partecipanti delle scorse edizioni del Master:

Indubbiamente lo consiglierei. Non c’è percorso migliore che si possa fare per cominciare a riflettere sul mondo che ci circonda e che è cambiato al punto che gli strumenti che abbiamo non sono più sufficienti per comprenderlo e quindi per intervenire su di esso. Lo consiglierei soprattutto ai miei colleghi psicologi psicoterapeuti e psichiatri, ma non farebbe male neanche ai nostri politici.

Duna F. (Psicologa Coordinatrice progetto SPRAR)

Sicuramente lo consiglierei: ho apprezzato nella maggior parte dei casi come venivano condotte le lezioni e la scelta dei docenti che spesso riportavano la parte più pratica e concreta del lavoro o progetti che conducevano. Trovo dia degli strumenti utili per decifrare ciò che spesso non viene decifrato all’interno dei servizi o che viene fatto in modo confusivo / poco chiaro e con poche conoscenze.

Chiara B. (Educatrice)

Sì lo consiglierei per diversi motivi: dal cambiamento dei paradigmi utilizzati nello svolgere l’attività clinica quotidiana alla capacità o almeno la sollecitazione o una messa in discussione del nostro modo di operare. Lo consiglierei per la ricchezza di contenuti, di nozioni, di varietà, di punti di vista di una stessa tematica. Lo consiglierei per la referenzialità dei docenti.

Luana O. (Medico SERT)

Questi sono solo alcuni dei commenti, Per visualizzarli tutti consulta la pagina: https://www.istitutobeck.com/opinioni-master-etnopsichiatria

Direzione scientifica e docenti del Master

Dott. Paolo Cianconi

Paolo Cianconi

Dott. Paolo Cianconi, direttore scientifico del Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Medico specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta, Antropologo, Phd in neuroscienze.

Lavora presso la Casa Circondariale di Regina Coeli, ASL Roma1. Svolge attività di docenza nei seguenti ambiti: Psichiatria sociale, Etnopsichiatria, Psicologia della postmodernità, Psicologia della devianza, della marginalità e dell’esclusione sociale. In collaborazione con il gruppo di Etnopsichiatria, si dedica allo studio dei setting e dei dispositivi terapeutici tradizionali che incontrano la globalizzazione. Conduce, in Italia e all’estero, numerose ricerche in ampi contesti caratterizzati da pericolo e mutazioni quali riserve indio, favelas, barrios e ghetti, all’interno dei quali le collettività sono a rischio di collasso o minacciate da fenomeni di disgregazione. La sua ultima pubblicazione, “Le chiavi dell’orizzonte circolare, territori mutazione psicopatologia” (2015), è il testo di riferimento del Master. L’opera rappresenta il frutto di sei anni di riflessioni in merito ai territori, alle società postmoderne, alle crisi e alla psicopatologia.

Il Master annovera, come docenti, professionisti che operano in tutto il territorio nazionale e internazionale: medici, psichiatri, antropologi, docenti universitari, dottori di ricerca, mediatori culturali, giornalisti, operatori di organizzazioni internazionali come Medici senza frontiere. Per avere maggiori dettagli sul curriculum di ogni singolo docente del Master consulta la pagina: https://www.istitutobeck.com/docenti

Programma e calendario del corso

Il Master si articola in 12 week-end di lezione (sabato e domenica) per un totale di 200 ore di attività didattica, dal 16 febbraio 2019 all’8 febbraio 2020. Le lezioni si svolgeranno dalle ore 09:00 alle ore 18:00.

Qui di seguito riportiamo le date delle lezioni. Per maggiori dettagli sugli argomenti trattati per ogni singolo week-end consulta la pagina: https://www.istitutobeck.com/programma-del-master-in-etnopsichiatria-e-psicologia-della-migrazione-2019-2020

  • 1 week-end di lezione: 16-17 Febbraio 2019
  • 2 week-end di lezione: 16-17 Marzo 2019
  • 3 week-end di lezione: 13-14 Aprile 2019
  • 4 week-end di lezione: 11-12 Maggio 2019
  • 5 week-end di lezione: 8-9 Giugno 2019
  • 6 week-end di lezione: 6-7 Luglio 2019
  • 7 week-end di lezione: 7-8 Settembre 2019
  • 8 week-end di lezione: 12-13 Ottobre 2019
  • 9 week-end di lezione: 9-10 Novembre 2019
  • 10 week-end di lezione: 7-8 Dicembre 2019
  • 11 week-end di lezione: 18-19 Gennaio 2029
  • 12 week-end di lezione: 8-9 Febbraio 2020

Sede del Master

La presentazione del Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione avverrà sabato 16 febbraio 2019 e domenica 17 febbraio 2019  nella  sede dell’Istituto A.T. Beck in via Gioberti, 54 – 00185 Roma.

Tutte le lezioni invece, si svolgeranno a cadenza mensile, in Via XX Settembre, 65 – 00187 Roma.

Costi del Master in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione

Il costo del Master è di € 2.200 (IVA al 22% esclusa) e comprende anche
tutto il materiale didattico fornito per ogni singolo weekend di lezione.

Al termine del corso sarà conseguito l’attestato di partecipazione. 

Per le iscrizioni pervenute prima del 21 dicembre 2018 il costo del Master è scontato:
€ 2.000 IVA esclusa, anziché €2.200 IVA esclusa.

Possibilità di rateizzazione

Per maggiori informazioni scrivi una mail a benino.argentieri@istitutobeck.it

Sono interessato al Master annuale in Etnopsichiatria e Psicologia della Migrazione
Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta
Back To Top