Yoga e Endometriosi

L’endometriosi è un disturbo cronico e infiammatorio, dovuto alla migrazione di cellule endoteliali che normalmente appartengono al rivestimento dell’utero. Questo disturbo colpisce il 10% delle donne in età riproduttiva (Appleyard et al., 2020). Il sintomo più comune è il dolore pelvico cronico e acuto. L’endometriosi può provocare anche forti dolori mestruali, dolori addominali, problemi digestivi e infertilità. Il dolore cronico porta a sua volta stanchezza cronica e affaticamento, che influiscono fortemente sulla qualità della vita. Moltissime persone affette da endometriosi presentano come conseguenza anche sintomi come ansia e depressione.

Non esiste ad oggi una cura che annulli il processo di migrazione di cellule endoteliali, e dopo gli interventi chirurgici spesso si riscontra una nuova insorgenza dei sintomi da endometriosi. Le cure si focalizzano quindi sull’alleviare il dolore e la stanchezza, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita della persona affetta. Uno studio pubblicato in Reproductive Sciences nel 2020 sottolinea l’importanza di approcci terapeutici nuovi, integrativi e che pongono la persona al centro della terapia (Appleyard et al., 2020).

Alcune terapie complementari hanno mostrato di avere degli effetti benefici nel contesto di molti disturbi cronici, fra cui anche l’endometriosi. In particolare, i ricercatori dello studio in Reproductive Sciences, propongono l’approccio di “Environmental Enrichment (EE)” che include uno stile di vita con interazione sociale, stimolazione cognitiva ed esercizio fisico (Appleyard et al., 2020). Lo yoga, che può essere incluso anche nella categoria di ‘esercizio fisico’, viene inoltre raccomandato da altri ricercatori per i suoi effetti sul sistema nervoso (Pearson et al., 2020). Lo yoga può essere un ausilio nel ridurre stress, ansia, depressione, e percezione del dolore, portando quindi una migliore qualità della vita.

Yoga e Mindfulness

Lo yoga consiste nel praticare il movimento con una respirazione lenta e ritmica, e un’attitudine di consapevolezza acritica nei confronti delle sensazioni corporee. La parte fisica può essere più o meno impegnativa, adattandosi alle necessità del praticante. L’evidenza mostra che lo yoga può alleviare i sintomi cronici di dolore e stanchezza associati all’endometriosi.

Uno dei modi in cui lo yoga e la meditazione possono funzionare come terapie complementari è proprio attraverso la ‘consapevolezza’, che include il concetto di ‘interocezione’, a sua volta oggetto di ricerca recente. L’interocezione è “il processo attraverso il quale il sistema nervoso percepisce, interpreta e integra i segnali che originano dall’interno del corpo, così portando una mappatura momento-per-momento del panorama interno del corpo a livello conscio e inconscio” (Quigley et al., 2021, p. 29).

L’interocezione può essere correlata al benessere in quanto viene postulata una potenziale connessione profonda fra interocezione e auto-regolazione (Norman et al., 2015). La sensibilità interocettiva può sia migliorare che ridurre il benessere, ed è quindi importante mantenerla in equilibrio.

In uno studio pubblicato nel 2021 in Trends in Neurosciences, si è riscontrato che le pratiche di meditazione Mindfulness e di respirazione lenta influiscono sulle vie nervose dell’interocezione, portando a risultati clinici importanti. In questo studio è stato riscontrato che la pratica di meditazione Mindfulness migliora la consapevolezza interocettiva, coltivando l’attenzione nei confronti delle sensazioni corporee in modo prolungato e acritico. Nello stesso studio è stato poi riscontrato che la respirazione lenta avvia dei meccanismi riflessi che riducono l’attività del sistema nervoso simpatico, e quindi l’attivazione del corpo. I risultati clinici includono un miglioramento nella percezione del dolore e nei disturbi psichiatrici (Weng et al., 2021).

Christiane Brems, Professoresse Clinico nella facoltà di Psichiatria alla Stanford School of Medicine, spiega che gli effetti terapeutici dello yoga avvengono attraverso meccanismi nervosi top-down, che facilitano l’auto-regolazione cognitiva (tramite la consapevolezza e la metacognizione), e attraverso meccanismi bottom-up che facilitano l’auto-regolazione emotiva e fisiologica, e un miglioramento del tono vagale (Brems, 2020).

Endometriosi e Yoga: la ricerca

La ricerca specifica sull’effetto dello yoga nella terapia dell’endometriosi è ancora limitata, ma è in crescita. Si trovano studi che si concentrano sul dolore cronico generico, oppure pelvico (Russell et al., 2019), e alcuni che valutano i sintomi specifici correlati all’endometriosi. In una review del 2020, i ricercatori scrivono che l’approccio più promettente alla cura del dolore pelvico cronico è un approccio multidisciplinare che include cambiamenti nello stile di vita, terapie psicologiche, meditazione, fisioterapia ed esercizio fisico (Ball & Khan, 2020).

È stato recentemente riscontrato in uno studio pubblicato in Scientific Reports che le donne affette da endometriosi presentano anche una riduzione del tono vagale, e che la stimolazione del nervo vago è una possibile via terapeutica (Hao et al., 2021). Prendendo in considerazione l’ampia ricerca che è stata fatta negli ultimi anni sull’efficacia dello yoga nella regolazione del sistema nervoso autonomo (Shinba et al., 2020; Pearson et al., 2020), è possibile che lo yoga possa essere d’ausilio come terapia complementare dell’endometriosi proprio grazie a questo collegamento fra sistema vagale ed endometriosi.

Uno studio pilota della Aarhus University in Danimarca ha analizzato l’efficacia di un intervento psicologico Mindfulness-based per il dolore cronico associato all’endometriosi, concludendo che l’intervento scelto ha mostrato miglioramenti significativi nella percezione del dolore e nella qualità della vita (Kold et al., 2012). A distanza di 6 anni il controllo, svolto dai ricercatori della Aarhus University per la valutazione dell’efficacia nel tempo, ha riscontrato che l’intervento Mindfulness-based ha continuato a mantenere i suoi risultati positivi (Hansen et al., 2017).

Uno studio pubblicato nel Journal of Alternative and Complementary Medicine ha valutato l’impatto di un intervento di Hatha Yoga sul dolore cronico pelvico, i pattern mestruali e la qualità della vita, in 40 donne affette da endometriosi. I risultati sono stati positivi, mostrando una riduzione significativa nella percezione del dolore, e un aumento nella qualità della vita percepita dalle partecipanti. I ricercatori concludono che lo yoga ha una correlazione positiva e significativa con la riduzione del dolore e con il miglioramento della qualità della vita (Goncalves et al., 2017).

Lo studio più recente è ancora in corso e la sua conclusione è programmata per luglio 2021. La University of Illinois ha sponsorizzato un clinical trial per valutare l’efficacia dello yoga come terapia per le donne con disturbi mestruali che includono l’endometriosi (Ahmad, K. NCT03784976).

In conclusione, lo yoga e la meditazione Mindfulness mostrano risultati promettenti come terapie complementari nella cura dell’endometriosi. Sono terapie accessibili, adattabili alla persona, e che presentano risultati duraturi nel tempo senza l’insorgenza di effetti collaterali. Sarà importante continuare a seguire gli sviluppi nella ricerca che è in continuo avanzamento, ma è consigliabile iniziare subito l’inserzione di una forma di yoga nel proprio percorso terapeutico.

Bibliografia

  • Ahmad, K. (July 3, 2018 – July 2, 2021). Iyengar Yoga for Treatment of Endometriosis and Secondary Dysmenorrhea: A Randomized Controlled Clinical Trial. Identifier NCT03784976. https://clinicaltrials.gov/ct2/show/record/NCT03784976
  • Appleyard, C. B., Flores, I., & Torres-Reverón, A. (2020). The Link Between Stress and Endometriosis: from Animal Models to the Clinical Scenario. Reproductive Sciences27(9), 1675–1686. https://doi.org/10.1007/s43032-020-00205-7
  • Ball, E., & Khan, K. S. (2020). Recent advances in understanding and managing chronic pelvic pain in women with special consideration to endometriosis. F1000Research9, F1000 Faculty Rev-83. https://doi.org/10.12688/f1000research.20750.1
  • Brems C. (2020) Yoga as a Mind-Body Practice. In: Uribarri J., Vassalotti J. (eds) Nutrition, Fitness, and Mindfulness. Nutrition and Health. Humana, Cham. https://doi.org/10.1007/978-3-030-30892-6_10
  • Hansen, K. E., Kesmodel, U. S., Kold, M. & Forman, A. (2017). Long-term effects of mindfulness-based psychological intervention for coping with pain in endometriosis: a six-year follow-up on a pilot study. Nordic Psychology69(2), 100-109. https://doi.org/10.1080/19012276.2016.1181562
  • Hao, M., Liu, X., Rong, P., Li, S. & Guo, S. (2021). Reduced vagal tone in women with endometriosis and auricular vagus nerve stimulation as a potential therapeutic approach. Scientific Reports 11, 1345. https://doi.org/10.1038/s41598-020-79750-9
  • Farb, N., Daubenmier, J., Pryce, C. J., Gard, T., Kerr, C., Dunn, B. D., et al. (2015). Interoception, contemplative practice, and health. Frontiers in Psychology, 6, 763. Retrieved from https://doi.org/10.3389/fpsyg.2015.00763
  • Goncalves, A. V., Barros, N. F. & Bahamondes L. (2017). The Practice of Hatha Yoga for the Treatment of Pain Associated with Endometriosis. The Journal of Alternative and Complementary Medicine, 23(1). https://doi.org/10.1089/acm.2015.0343
  • Pearson, N., Prosko, S., Sullivan, M., & Taylor, M. J. (2020). White Paper: Yoga Therapy and Pain-How Yoga Therapy Serves in Comprehensive Integrative Pain Management, and How It Can Do More. International journal of yoga therapy30(1), 117–133. https://doi.org/10.17761/2020-D-19-00074
  • Quigley, K. S., Kanoski, S., Grill, W. M., Barrett, L. F., & Tsakiris, M. (2021). Functions of interoception: From energy regulation to experience of the self. Trends in Neurosciences, 44(1), 29-38. doi:https://doi.org/10.1016/j.tins.2020.09.008
  • Russell, N., Daniels, B., Smoot, B. & Allen, D. D. Effects of Yoga on Quality of Life and Pain in Women With Chronic Pelvic Pain: Systematic Review and Meta-Analysis. Journal of Women’s Health Physical Therapy, 43(3), 144-154. https://doi.org/10.1097/JWH.0000000000000135
  • Shinba, T., Inoue, T., Matsui, T., Kimura, KK., Itokawa, M. & Arai, M. (2020). Changes in Heart Rate Variability after Yoga are Dependent on Heart Rate Variability at Baseline and during Yoga: A Study Showing Autonomic Normalization Effect in Yoga-Naïve and Experienced Subjects. International Journal of Yoga 13(2):160-167. https://doi.org/10.4103/ijoy.IJOY_39_19
  • Weng, H. Y., Feldman, J. L., Leggio, L., Napadow, V., Park, J., & Price, C. J. (2021). Interventions and manipulations of interoception. Trends in Neurosciences, 44(1), 52-62. doi:https://doi.org/10.1016/j.tins.2020.09.010
Per favore descrivi il motivo del contatto. Più informazioni abbiamo a disposizione meglio sappiamo valutare la richiesta e darti la risposta corretta al tuo quesito. Grazie mille
Back To Top
Cerca